Tramonto sui Vigneti

Cantina Uccellaia

La Storia

Le radici dell’Uccellaia risalgono al 1977 quando Chicca Nicoletti, cresciuta in una famiglia con un’importante tradizione agricola, scopre insieme al marito questa distesa di vigneti sui colli della Val Nure e subito se ne innamora. Acquistati i terreni,inizia subito l’impegnativo lavoro nei vigneti e nella cantina per produrre i vini tipici
del territorio (Gutturnio, Barbera, Sauvignon), curandone la qualità. Intanto, la passione per i cavalli fa sì che ben presto l’Uccellaia diventi anche, per alcuni anni, un importante allevamento con oltre 60 esemplari.
Oggi Chicca Nicoletti guida l’azienda di famiglia con le figlie Giulia e Lalli.

Dove Siamo

L’Uccellaia si trova nei pressi di Albarola in Val Nure, una delle valli più integre dal punto di vista naturalistico in provincia di Piacenza. Si estende per quindici ettari otto dei quali coltivati a vigneto e sette immersi in boschi di castagni, di querce e di robinie, popolati da uccelli di ogni razza, caratteristica all’origine del nome della tenuta.

Origine della tradizione vinicola

La vinificazione di una piccola parte delle uve prodotte è iniziata nel 1998, con il primo vino di questa nuova fase, il Rosso dell’Uccellaia. Il modo di produrre vino è totalmente nuovo, completamente votato alla qualità e non alla quantità, rinunciando alla vinificazione quando le condizioni climatiche non consentono un raccolto più che eccellente. Sempre alla fine degli anni ’90 inizia il reimpianto di alcuni vigneti con l’utilizzo delle barbatelle originali della zona e la conversione di tutta l’azienda alla coltivazione biologica, terminata nel 2002 e certificata dall’ente ICEA.

La Produzione

Oggi l’Uccellaia ha una produzione biologica al 100%, quindi senza diserbanti, antiparassitari di sintesi e fertilizzanti chimici. Nel 2009, viene realizzato un impianto fotovoltaico da
60 kWp che si estende su una superficie di 455,14 mq e permette di evitare
l’emissione di circa 37.000 kg di CO2 l’anno.
I vigneti sono lavorati con diversi sistemi di allevamento (guyot, cordone speronato e casarsa) scelti in funzione del tipo di vitigno e della sua esposizione, privilegiando sempre la qualità e non la quantità. La vicinanza del bosco offre un’escursione termica fra il giorno e la notte anche nelle estati più calde, creando un microclima particolarmente favorevole alla maturazione dell’uva. 

Il Vino

Gutturnio DOC Superiore

Dopo la pigiatura, macerazione per 9 giorni con rimontaggi giornalieri. Fermentazione con lieviti selezionati a una temperatura di 20-25°C. Segue una piccola chiarifica e filtrazione finale prima dell’affinamento in bottiglia. 

GRADO ALCOLICO: 13 % vol

ACCOSTAMENTI: Bolliti misti o le carni bianche e rosse arrosto.

Araballo dell’Uccellaia

Pigiadiraspatura e pressatura soffice in pressa
pneumatica, decantazione statica a freddo in una notte. Fermentazione a
temperatura controllata (14-16°C). Infine travaso dopo alcuni giorni dalla fine della
fermentazione e affinamento in acciaio per 5 mesi circa prima dell’imbottigliamento.

GRADO ALCOLICO: 12,5 % vol

ACCOSTAMENTI: pesce e carni bianche.

Contatti

 

SITO: www.uccellaia.it

MAIL: info@uccellaia.it

TEL: (+39) 338 3485415

Vai alla barra degli strumenti